Il posto di chi sogna un mondo comune

SOVVIENE L’INCANTO

Sovviene come d’incanto

La voce tua

Ed è giorno, ed è sogno

Ed è vita che giunge

Scevra di facili e false

Illusioni di mente e di gambe 

Che rapide vanno

Tra le stelle la sera.

Il cuore geme e ardito

Di lamenti l’infinito

Coglie improvviso il canto:

               “L’attimo è eterno

Ed eterno dura”

Tra i cipressi la radura

Sovrasta la morte mia e la tua

In un sospiro vitale.

Nel canto di vita, che vita,

che odo tra le rubate stelle

che il cielo mi dona.

Gli astri tuoi sfioro

col battito del cuore

col sospiro dell’anima

che lento soggiace alle corde

di violino, che son le parole

tue, che doni, che fremi,

nel respiro dell’estate.

Ed ecco, son nudo,

di suppellettili inutili

non più rivestito

lo sguardo fermo, immobile il cuore,

aspetta fugace magia

del sentimento puro che brilla,

che stilla nella magica sera

la speranza m’è vera.

Precedente

MUCHO ANIMO, JUNTOS SALDREMOS DE ESTA!

Successivo

LA FORZA DELLE IDEE

  1. Francesco

    Ciao Ilaria la scena immaginata è di notte…una passeggiata tra boschi e prati nel dolce caldo estivo con luna piena..un amore che nasce e vuole urlare al mondo che esiste…

  2. Ilaria Stefanucci

    Ciao Francesco, mi domando se questa scena l’hai immaginata al tramonto o all’alba. Perché io immagino questa riflessione al calare o al sorgere del sole….
    “Illusioni di mente e di gambe che rapide vanno tra le stelle la sera” mi è piaciuta molto questa frase.
    Grazie
    Ilaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén